Italy Ischia, Offerte, Ischia Italy Hotels, Travel Italy Ischia, lastminute, offerte, info, storia, informazioni, Italy hotel, notizie, news, Ischia Italy  lastminute, resources, Ischia Italy lastminute, offerte Ischia
ENGLISHDEUTSCHFRANÇAIS
Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. BREVE STORIA DI ISCHIA - IL'700,AUSTRIACI E BORBONI
Il 1700 tra Austriaci e Borboni

Nel 1707 il Regno di Napoli passa agli Austriaci e di conseguenza anche Ischia ha il primo governatore austriaco nel Conte di Martiniz; nel 1734 poi Ischia diviene con Napoli dominio dei Borboni ed è amministrata da regi governatori residenti nel Castello Aragonese: fra costoro spica Don Carlo de Marco, giudice della Vicaria, autore di vari bandi realizzati per controllare e snidare i malfattori che infestano l’isola. Tuttavia solo pochi anni dopo, nel 1764, dopo alterne vicende politiche, Ischia è abbandonata nuovamente nelle mani della malavita e subisce il flagello dell’ennesima carestia.

La presa di Ischia (Ignoto XVIII sec.)

Venne l'infausto anno 1799 e portò la rivoluzione francese nel golfo di Napoli. Sulle isole si eressero già verso la fine dei gennaio gli alberi della libertà e sventolava il nuovo tricolore giallo-rosso-blu (P.Buchner)
Nel Marzo del 1799 gli ischitani innalzano "l’albero della libertà" sull’esempio dei fratelli della vicina Procida: un albero con la coccarda rivoluzionaria a tre colori, rosso giallo e blu. Un mese dopo il commodoro inglese Towbridge, per ordine di Nelson, ristabilisce l’ordine e il governo regio, dopo aver impiccato alcuni patrioti, tra i quali Francesco Bonocore. Nei primi anni del 1800 Maria Carolina d’Austria, moglie autoritaria ed energica di Ferdinando IV, nonchè animatrice delle repressioni contro i patrioti, cacciata dall’avanzata delle truppe napoleoniche, è costretta ad abbandonare Napoli. Poco dopo Giuseppe Bonaparte ne occupa il trono vacante prima come luogotenente poi come sovrano; ad Ischia si insedia dunque un presidio militare francese che costruisce nuove fortificazioni e postazioni di artiglieria (a S. Angelo, Forio, Monte di Vico, S. Montano, Lacco Ameno, Castiglione) per fronteggiare le incursioni degli Inglesi e dei Borbonici di Sicilia. Nel 1809, il 21 e 22 Giugno, tutta la flotta anglo-borbonica è schierata davanti a Ischia e Procida ed il 24 assale prima Procida, che subito capitola, poi Ischia che osa una debole resistenza subito domata. Ma la permanenza degli Inglesi nell’isola è breve perchè il 26 Luglio, in conseguenza alla battaglia di Wagram (presso Vienna), rientrano in Sicilia e Malta.

Nel 1815 Gioacchimo Murat, successo a Giuseppe Bonaparte sul trono di Napoli sette anni prima, è costretto ad abdicare e lascia Napoli per rifugiarsi ad Ischia. Qui soggiorna due notti e un giorno in una locanda ("La grande sentinella") della campagna di Casamicciola prima di riprendere il mare per il ritorno in Francia, da dove ripartirà in Ottobre per la riconquista del regno, ma verrà catturato e fucilato dai Borbonici. Termina così la dominazione dei francesi durata 10 anni.

Gli anni che vanno dal 1817 al 1828 sono senza storia per Ischia, ormai aggregata al distretto di Pozzuoli dalla restaurazione borbonica; il Febbraio del 1825 segna tuttavia una grave catastrofe: Ischia è improvvisamente scrollata da un terribile terremoto che riduce il comune di Casamicciola in uno spaventoso cumulo di macerie. A questa grave tragedia 10 anni più tardi succede un’epidemia di colera che semina morte e terrore.
Nel 1848, durante i moti risorgimentali, il Castello d’Ischia apre i pesanti cancelli delle sue prigioni per accogliere i patrioti dell’unità d’Italia, tra i quali il barone Carlo Poerio, che vi rimane 10 anni per poi andare in esilio in Inghilterra, Nicola Nisco, Michele Pironti, Vito Porcaro, Sticco, De Gennaro, Caruso ed altri. Nel contempo re Ferdinando II visita Ischia e approva il progetto di costruzione del porto i cui lavori iniziano il 25 Luglio; altre opere pubbliche come l’acquedotto di Monte Buceto, una buona rete stradale, la chiesa di S. Maria di Porto Salvo, confermano la predilizione regia per l’isola. E proprio nel 1858 re Ferdinando visita l’isola con tutta la famiglia per l’ultima volta: infatti poco dopo muore e gli succede il figlio Francesco II che sarà l’ultimo re delle due Sicilie.

Nel 1860 Ischia scrive pagine del periodo risorgimentale: Giuseppe Garibaldi entra a Napoli e forma il governo dittatoriale in nome di Vittorio Emanuele II. Ad appianare le liti sorte ad Ischia fra la Curia Vescovile e i patrioti anticlericali, Garibaldi invia sull’isola il frate francescano padre Giovanni Pantaleo; a lui segue per il governo dell’isola il maggiore garibaldino Alberto Mario di Lendinara, scrittore e politico. Un anno dopo Francesco II, fugge da Gaeta con la moglie e i pochi seguaci e molti prigionieri dell’esercito borbonico, ormai disfatto, sono trasferiti nell’isola d’Ischia, dove la maggior parte vi muore per un’epidemia di tifo. Nel 1862 Ischia è definitivamente aggregata alla provincia di Napoli, ormai città del Regno d’Italia, e riordinata l’amministrazione pubblica su nuove basi, si istituiscono ad Ischia le nuove scuole pubbliche per ambo i sessi. Nel 1863 sbarca nell’isola Sua Altezza Reale il principe Oddone di Savoia, Duca di Monferrato; egli vi giunge per beneficiare delle rinomate acque termali (che in seguito gioveranno ad altri celebri personaggi), ma nel contempo ne approfitta per accattivarsi le simpatie e la solidarietà della gente dell’isola, alla quale offre durante il lungo soggiorno balli campestri e festeggiamenti vari, inoltre libera la circolazione nei parchi della residenza reale.

Da allora Ischia, come Procida , segue le sorti politiche, economiche, amministrative e belliche della città madre, Napoli, alla quale, tutto sommato, le due isole sono sempre state intimamente legate, pur nelle diverse e spesso avverse fortune per le quasi sempre infelici dominazioni straniere.

A cura della dr.ssa Nicoletta Manzi - Da:
G.BUCHNER C.GIALANELLA, Guida al museo di Ischia, Napoli 1995.
G.CASTAGNA, Scavi e Museo Santa Restituta in Lacco Ameno, 1988.
E.MANCINI, Flegree, isole dei verdi vulcani, Milano 1980.
P.MONTI, Ischia, archeologia e storia, Napoli 1980.
P.MONTI, Ischia altomedievale, Napoli 1991.



Costumi dell'isola d'Ischia - XVIII Secolo | Schede - Origine del porto di Ischia



Il Sacrificio di Giovanni Caracciolo Giovanni Caracciolo prende il governo dell'Isola. Allora tra Federico, re di Sicilia, alleato con l'imperatore Enrico VII di Germania, e Roberto correvano rapporti da predoni, devastandosi vicendevolmente le spiagge. In questo tempo il Caracciolo fu assalito da forte mano nemica: perdute le speranze, il Caracciolo, invece di darsi vinto e consegnare agli assalitori quanto restava, decide di far saltare tutto e se stesso per aria, dando fuoco alla polveriera. (Guida d'Ischia - G.G.Cervera)

Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. ALLOGGIARE

Offerte & lastminute!
Scegli dove alloggiare ...
Fitti stagionali, appartamenti
Mappa interattiva di Ischia

Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. VEDERE

Le spiagge di Ischia 
I luoghi dell'isola
Il 'Castello Aragonese'
La natura
Le webcam! 
Fotogallerie 

Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. FARE

Sentieri/Passeggiate 
La cucina isolana
Succedera' ad Ischia

Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. SAPERE

Information center
L'isola d'Ischia
La storia dell'isola
Il termalismo
Le nostre FAQ 
La mappa del sito 
Trasporti marittimi
Dov'e' Ischia?
Come raggiungere Ischia
Spostarsi ad Ischia
Divieto di sbarco
Succedera' ad Ischia

Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. DOVE E' ...




Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. DALLE NOSTRE FAQ

Ci sono limitazioni all'uso dell'auto?
Quante spiagge ci sono ad Ischia?
E' possibile prenotare il biglietto del traghetto (o dell'aliscafo)?
Dove si trova Ischia?
Come sono le strade dell'isola?

FAQ Domande e risposte!



Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. IN QUESTA SEZIONE

Le origini
I greci, VIII-II sec.a.C.
Aenaria
Dal V sec. agli angioini
Gli aragonesi
Il'700,austriaci e borboni
Dall'unita' ai nostri giorni
Breve cronologia



Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. ISCHIAONLINE NEWS


Divieto di sbarco
Il decreto di sbarco per auto e motocicli (riguardante i soli residenti in Campania) per la stagione 2015



Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. L'ISOLA D'ISCHIA

L'isola d'Ischia
La mappa dell'isola
Ischia Porto
Barano d'Ischia
Lacco Ameno
Forio d'Ischia
Casamicciola
Serrara Fontana
Sant'Angelo
Ischia Ponte



Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. INDIRIZZI UTILI


Hotel Ischia. Ischia Offerte. Lastminute Ischia. Ischia Hotels. La chiesa del Soccorso
La chiesa del Soccorso (27)

A picco sul mare sorge la chiesa del Soccorso, che ha dato il nome al piccolo promontorio, dedicata a Santa Maria della neve ... (La chiesa del Soccorso)



IschiaTour by METIS ISP - info@metis.it

METIS srl Via Leonardo Mazzella 79 - Ischia
Tel. +39.081.984294 Fax.+39.0813334031 - PI 06995540637 - Privacy Policy